Link per download di documenti

Il colore e la luce sono al centro del concept per il nuovissimo negozio di borse e accessori GUM in Corso Garibaldi a Milano. In uno spazio assolutamente neutro, in cui il pavimento, il soffitto e le pareti sono colorate di un bianco crema, i semplici e lineari elementi d’arredo sono scanditi da cassettiere e ripiani realizzati in specchi colorati, vetro dicroico e vetro trasparente con all’interno una pellicola colorata, sui quali i riflessi di luce giocano l’effetto principale.

Il progetto, realizzato dall’architetto Antonio Barbieri, consiste nel creare, con un preciso e innovativo studio delle luci e dei riflessi cromatici, delle velature di colore che danno un morbido effetto tra il fluo e il cangiante, che si ripete riflesso sui piani orizzontale e verticali dell’intero spazio, tanto che i prodotti esposti vengono messi in evidenza e valorizzati al massimo.

Si è voluto sfruttare tutte le caratteristiche del vetro, la trasparenza, l’effetto specchiante e quello di riflessione della luce e quindi del colore. Si tratta infatti, di un vero e proprio progetto di design della luce, che crea un gioco sempre diverso di rifrazione della luce, che ognuno di noi entrando nel negozio può interpretare a seconda dell’angolo di visione.

Si viene a creare una sorta di effetto caleidoscopio, che è poi la particolarità del vetro dicroico, vetro speciale realizzato con microstrati di ossidi di metalli che danno proprietà ottiche particolari e un aspetto cangiante alla luce riflessa. Perfetto per il brand GUM by Gianni Chiarini, che si basa proprio sullo studio dei materiali e del colore.

Tutti gli elementi d’arredo, dai ripiani, agli specchi e agli espositori, richiamano inoltre nel design la U del logo del marchio Gum, in un moltiplicarsi di linee curve e tondeggianti, che danno all’intero punto vendita, insieme agli espositori tubolari verticali appositamente studiati con un deflettore posteriore di luce a led, un effetto omogeneo e di vibrante armonia cromatica.